Oncologia

Il cancro è la crescita incontrollata e la diffusione di cellule che può colpire la maggior parte dei tessuti del corpo.
I 5 tumori più comuni nel mondo sono quelli a carico del polmone, prostata, mammella, colon e stomaco. I tumori colpiscono circa 10 milioni di persone ogni anno, provocando la morte di oltre 6 milioni di pazienti e rappresentano anche la seconda più comune causa di morte nei paesi industrializzati. I marker tumorali sono sostanze biologiche prodotte dalle cellule tumorali che si trovano generalmente a livelli bassissimi negli individui sani e che possono essere misurati nel sangue e in altri fluidi biologici. Concentrazioni aumentate indicano la presenza di un tumore.
Un marker tumorale ideale dovrebbe essere usato per lo screening, la diagnosi e il monitoraggio della progressione della malattia. Comunque, la più importante applicazione clinica è monitorare l’evoluzione della malattia una volta che questa è stata diagnosticata attraverso altre metodiche. L’apprezzamento della validità di questi marker, la loro validità e le raccomandazioni di alcune Organizzazioni Scientifiche e di come dovrebbero essere utilizzati sono aumentate enormemente negli ultimi 10 anni. Un’attenta interpretazione dei risultati dei marker tumorali ha portato a un aumento nella loro importanza clinica.